La sfocatura di movimento è una delle features più utilizzate per rendere le animazioni più realistiche e di impatto.

E’ strettamente legata all’impostazione dello shutter nelle videocamere (tempi di esposizione per le fotocamere) e nasce dal fatto che se un elemento in una composizione si muove nel periodo in cui l’otturatore rimane aperto, l’oggetto stesso verrà catturato con un out-of-focus che varia sia in funzione della velocità dell’oggetto sia in funzione dello shutter speed impostato.

Naturalmente via software è possibile ricreare l’effetto di sfocatura di movimento solo artificialmente. E così si comporta anche After Effects.

Vediamo come si imposta e come si attiva.

Prendiamo un semplice livello piazzato su un background e creiamo una semplice animazione di posizione sull’asse x.

layer background

Se lanciamo la preview vedremo come l’immagine rimanga sempre a fuoco, frame dopo frame. 

Per rendere pertanto l’animazione più realistica applichiamo il motion blur (sfocatura di movimento):

come primo passo dovremo fare il check sull’icona del motion blur presente in timeline sul livello interessato.

sfocatura di movimento livello

Questa operazione non fa altro che segnalare ad After Effects che il livello potrà essere soggetto a sfocatura di movimento. Se lanciamo la preview ora non vedremo ancora alcun effetto di sfocatura.

Dovremo per forza fare un altro passaggio: diamo il comando ad After Effects di abilitare la preview in motion blur su tutti i livelli con il check motion blur attivato.

Per fare questo sulla linea delle colonne dei livelli della timeline è presente la medesima icona del motion blur presente sui livelli. Attiviamola!

attiva sfocatura di movimento

Lanciando la preview ora possiamo vedere il fuori fuoco nel corso dell’animazione:

motion blur

Possiamo fare un passo ulteriore: controllare le caratteristiche del motion blur dalle impostazioni composizione (ctrl/cmd+K) nel tab “avanzate”.

impostazioni composizione avanzate

L’impostazione dell’angolo e della fase otturatore danno informazioni in merito all’intensità del motion blur applicato. In particolare:

Angolo Otturatore: varia da 0° a 720°.  A 720° avremo un motion blur molto invasivo, a 0° l’effetto sarà praticamente nullo.

shutter angle

Fase Otturatore: indica lo sfasamento dell’angolo di apertura dell’otturatore virtuale rispetto all’inzio del fotogramma. Sarebbe ottimale settarlo sempre a – 1/2 dell’angolo otturatore (ad esempio angolo otturatore a 360° fase otturatore a – 180°).

Campioni per fotogramma (per livelli 3D, shape layer e per alcuni effetti) e limite campioni adattati (limite massimo di campioni per livelli 2D) regolano la resa qualitativa del motion blur. In pratica il livello di dettaglio della sfocatura.

campioni per fotogramma
limite campioni adattati
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: