Vediamo un’impostazione molto semplice ma che in molti casi può dare adito a qualche dubbio.

Quando creiamo una nuova composizione ci ritroviamo a doverne gestire le impostazioni tramite la finestra omonima.

Nel tab Avanzate della finestra avremo di fronte questo layout:

Si parla di ancoraggio. Ma cosa significa in pratica?

Spieghiamolo con un esempio pratico. Settiamo la nostra composizione a 1920x1080 e all’interno inseriamo un livello con una risoluzione più bassa. Quest’ultimo verrà posizionato al centro della composizione.

E fin qui niente di strano. Ma se volessimo cambiare in corsa la risoluzione della composizione?

Andiamo nel menu Composizione e selezioniamo Impostazioni Composizione e regoliamo la nuova risoluzione. Supponiamo di ridurla a 1280x720.

Noteremo come la composizione venga scalata al centro.

Questo perché di default il punto di ancoraggio della composizione è fissato al centro come indicato dal grafico presente nel modulo Avanzate nelle Impostazioni composizione.

Se invece, prima di cambiare la risoluzione, avessimo spostato l’ancoraggio della composizione in alto a sinistra, il ridimensionamento sarebbe avvenuto proprio su questo punto. Pertanto il nostro livello si sarebbe spostato di conseguenza sull’angolo opposto.

Stessa cosa se avessimo scelto uno qualsiasi degli altri quadranti. Il quadrante scelto diventerà il punto di ancoraggio della composizione durante il ridimensionamento.

Attenzione però a non confondere il punto di ancoraggio della composizione con il punto di ancoraggio dei livelli. Hanno significati e comportamenti molto differenti.

Il punto di ancoraggio della composizione determina, come abbiamo visto, il modo con cui vengono riposizionati i livelli nel ridimensionamento di una composizione. Il punto di ancoraggio di livello è uno dei parametri di trasformazione nei livelli (con elementi visivi) presenti in timeline e agisce singolarmente sul livello selezionato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: