Abbiamo già visto come creare una sfocatura di movimento su animazioni di posizione in livelli all’interno di una composizione.

Ma se volessivo realizzare il cosiddetto Fake Motion Blur? Ossia emulare la regolazione del tempo di esposizione di una clip?

Possiamo farlo ma dobbiamo farci aiutare da un effetto adatto allo scopo.

L’effetto in questione si chiama Movimento Pixel (Pixel Motion Blur).

Prendiamo come esempio questa breve clip:

 

Nel movimento si nota già un’evidente sfocatura di movimento. Quindi possiamo presumere che lo shutter in fase di ripresa sia stato impostato correttamente.

Ma per la riuscita della nostra composizione abbiamo bisogno di una girato con un tempo di esposizione più basso, pertanto con una sfocatura di movimento ben più marcata.

Applichiamo pertanto l’effetto Movimento Pixel alla clip.

 

pixel motion blur

In Controllo otturatore abbiamo due scelte possibili:

Manuale: lascia libertà di scelta sull’angolo di otturazione  per quella specifica clip.

Automatico: utilizza l’angolo di otturazione impostato per la composizione nella quale la clip è inserita. Possiamo trovare il relativo settaggio all’interno del modulo Avanzate in Impostazioni di Composizione (ctrl/cmd+K). 

 

pixel motion blur

Per il nostro esempio l’impostazione corretta è Manuale.

La vera emulazione si trova però nell’impostazione dell’angolo di otturazione. Di default è impostato a 180° quindi un tempo pari alla metà del frame rate della clip. (1/50 nel caso di un girato a 25fps).

La formula che lega l’angolo di otturazione con il tempo di esposizione è la seguente:

Tempo di esposizione  = angolo di otturazione / (360 * frame rate)

Quindi un angolo di otturazione di 180° corrisponde ad un tempo pari a 180/(360*25)= 1/50.

Possiamo notare come il tempo di esposizione sia direttamente proporzionale all’angolo di otturazione (all’aumentare dell’uno aumenta anche l’altro).

Pertanto se vogliamo enfatizzare il motion blur occorre aumentare l’angolo di otturazione in modo da allungare il tempo di esposizione.

Scegliamo un angolo di otturazione pari a 360°:

tempo di otturazione = 360/(360*25)= 1/25.

 

pixel motion blur

Campioni otturatore permette di regolare e di migliorare la qualità della sfocatura. Tutto questo comporta inevitabilmente maggiori tempi di rendering. Quindi cerchiamo di dosare al meglio il valore.

Impostiamo ad esempio il valore 10.

 

pixel motion blur

Infine parliamo di Dettagli Vettoriali:

siccome l’effetto lavora su un algoritmo basato sulla creazione di nuovi frames tramite interpolazione, può accadere che i pixel vengano male interpretati dando origine ad artefatti visivi. 

Seguiamo questo procedimento:

lasciamo l’impostazione di default a 20. Lanciamo l’anteprima e osserviamo l’eventuale presenza di artefatti durante il movimento.

Se li notiamo alziamo il valore di Dettagli vettoriali (ed esempio portiamolo a 40). Aumenterà il dettaglio con cui vengono ricreate le interpolazioni e di conseguenza anche in questo caso aumenterà il tempo di rendering. Lanciamo l’anteprima e controlliamo l’eventuale presenza di artefatti. Continuiamo così fino alla risoluzione del problema.

Ed ecco il risultato:

 

pixel motion blur
pixel motion blur

Le applicazioni di Effetto Movimento (Pixel Motion Blur) sono molteplici: oltre all’emulazione dello shutter speed si può utilizzare per aumentare il motion blur in ambiente 3D o come complemento all’effetto Timewarp. Ma avremo modo di parlarne in seguito.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: