Se volessimo adattare il frame rate di un qualsiasi livello abbiamo due modi per procedere. 

1) EFFETTO POSTERIZZAZIONE TEMPO

Selezioniamo in timeline il livello interessato e applichiamogli l’effetto Posterizzazione tempo (Posterize time). Lo troviamo dentro gli effetti nella categoria Tempo oppure selezioniamo nella barra dei menu la finestra Effetti e clicchiamo sulla seconda voce (Posterizzazione tempo).

L’effetto è molto semplice: c’è solo un parametro da modificare,  il frame rate. Di default è impostato a 24 fps in quanto inizialmente era stato pensato per adattare il frame rate allo standard cinematografico. 

Naturalmente questo effetto serve unicamente per dare un look particolare al movimento all’interno del livello.

Supponiamo di avere una composizione a 25 fps con una clip girata sempre a 25 fps. 

Applichiamole l’effetto Posterizzazione tempo e portiamo il frame rate a 12. Il risultato che otteniamo è una scattosità evidente nei movimenti che, se voluta, aiuta a far risaltare il passaggio dell’auto penalizzandone la fluidità.

Possiamo addirittura pensare di portare la frequenza fotogrammi a 2 fps in modo ottenere dei fermi fotogramma in rapida successione. Look adatto per enfatizzare all’estremo un movimento.

    2) UTILIZZO DI UNA PRECOMPOSIZIONE

    Possiamo ottenere lo stesso risultato della posterizzazione tempo realizzando una precomposizione con la sola clip interessata.

    Quindi andiamo in Impostazioni Composizione (della precomposizione) e impostiamo il frame rate desiderato nella scheda “di base”.

    Poi selezioniamo la scheda Avanzate e mettiamo il check su Mantieni frequenza fotogrammi in caso di nidificazione o nella coda di rendering.  Con questa impostazione viene mantenuta la frequenza fotogrammi della precomposizione a prescindere da quella della composizione nella quale è inserita.

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: