Cominciamo a prendere in considerazione anche i principali plugins disponibili per After Effects.

E come prima volta partiamo da Pastiche di Motion Boutique, disponibile per le versioni CS6 e successive.

Si tratta di un effetto che crea un collage di più livelli basandosi su un livello sorgente.

Vediamo come funziona nel dettaglio.

Prendiamo un composizione in cui inseriamo il nostro logo (ad esempio After Effects Café) e una serie di livelli di testo replicati più volte sulla composizione.

pastiche
pastiche

Quello che vogliamo ottenere è un effetto mosaico utilizzando tutti i livelli di testo per comporre l’immagine del logo After Effects Café.

Applichiamo l’effetto Pastiche al livello contenente il logo.

pastiche

Clicchiamo su Create. Ed ecco comparire un mosaico costituito da tutti i livelli rimanenti utilizzando il logo come pattern.

pastiche

Pastiche ha modificato i valori (senza animarli) di posizione e di scala di tutti i livelli in modo da coprire la superficie opaca del nostro logo.

Se vogliamo possiamo inserire anche variazioni casuali di opacità e di rotazione per ottenere effetti un po’ più invasivi sulla costruzione del pattern.

pastiche
pastiche

All’interno della sezione Transform possiamo utilizzare altri metodi per la modifica della posizione e della scala, sia su base casuale, sia sfruttando il luma e la trasparenza del livello sorgente ed eventuali altri parametri. Quelli che danno risultati ottimali (per la forma del pattern) sono quelli di default: Organic per la posizione (disposizione casuale che cerca di uniformare la formazione del pattern) e From Neighborhood per la scala (ottimizzazione della scala senza sovrapposizioni con altri livelli). Ma se volete sperimentare provate altre combinazioni.

Nelle opzioni di Transform potete impostare dei fattori moltiplicativi per la scale e range per posizione, rotazione e opacity per permettervi di affinare la modellazione del perimetro e del riempimento del pattern.

Ma il vero punto di forza di Pastiche è la possibilità di animare il nostro collage con passaggi fluidi e organici.

Analizziamo uno dei diversi metodi di animazione previsti da Pastiche.

Prendiamo il nostro logo che altro non è che una precomposizione di livelli. Inseriamo dei markers sulla precomposizione in corrispondenza dei quali vogliamo gestire l’animazione del pattern. 

E in corrispondenza di tali markers creiamo una dinamica all’interno della precomposizione (ad esempio accendiamo alcuni livelli alla volta).

pastiche
pastiche

Andiamo nella sezione Animation di Pastiche e impostiamo frames to render su From Layer Markers. In questo modo Pastiche interpreterà i markers come dei veri e proprio keyframes sui quali aggiornerà il collage e su questi applicherà l’interpolazione temporale e spaziale scelta (noi abbiamo scelto un ingresso/uscita graduale e uno spostamento lineare).

pastiche

Ora resettiamo i parametri di trasformazione di tutti livelli (per annullare le impostazioni precedenti di Pastiche) e clicchiamo su Create.

Ed ecco una piccola dimostrazione delle potenzialità del plugin di Motion Boutique.

Vai alla seconda parte.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: