Spesso e volentieri le nostre animazioni si basano su una successione di livelli (o di precomposizioni) all’interno della timeline.

Un modo per gestirle è quello classico: man mano che procediamo lungo la timeline inseriamo un livello e quindi il successivo fino a completare tutta la composizione.

Questo metodo funziona benissimo quando abbiamo pochi livelli da gestire. Ma quando le cose si fanno un pochino più complesse possiamo far uso di un automatismo appositamente pensato allo scopo.

Per spiegarlo in termini semplici prendiamo come esempio una composizione “solo” otto livelli.

Il primo passo da compiere è quello di inserire tutti i livelli in timeline e selezionarne i relativi In e Out.

Per comodità abbiamo allineato i livelli con gli In al timecode 0 (ma non è strettamente necessario).

Ora tenendo premuto il tasto ctrl/cmd selezioniamo i livelli in sequenza dal primo all’ultimo esattamente come dovrebbero succedersi lungo la composizione.

Con tutti i livelli selezionati andiamo nel menu Animazione, quindi in Assistente  fotogramma chiave e selezioniamo Livelli sequenza.

Si aprirà un box nel quale possiamo inserire o meno il segno di spunta su sovrapposizione. Decidiamo di non flaggarlo.

Tutti i livelli verranno ordinati in sequenza secondo l’ordine di selezione e per la durata prestabilita dalla selezione In/Out.

Se invece volessimo gestire delle sovrapposizioni faremo il check sulla relativa impostazione, selezionando la durata della sovrapposizione e quindi scegliendo ad esempio Dissolvenza livello anteriore.

In questo caso i livelli verranno inseriti in sequenza come in precedenza ma verrà applicata una sovrapposizione con dissolvenza nel passaggio tra due livelli consecutivi animando l’opacità da 100 a 0 per il livello che si trova più in alto nello stack.

Come sappiamo questa dissolvenza funziona bene se e solo se inizialmente il livello superiore è full frame all’interno della composizione.

Se i due livelli hanno aree di trasparenza e/o semitrasparenza (ad esempio titolazioni, loghi etc..) occorre utilizzare una dissolvenza incrociata con animazioni di opacità in senso inverso nei due livelli limitatamente all’area di sovrapposizione.

Per fare questo selezioniamo Dissolvenza incrociata livelli anteriore e posteriore.

Otterremo delle perfette dissolvenze incrociate per tutti i livelli consecutivi nella sequenza e della durata prestabilita dall’impostazione presente nel box Livelli sequenza.

Tutto facile, veloce, preciso e naturalmente personalizzabile.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: