Una volta aperto Mocha AE CC e settato il progetto (vedi tutorial#1) ci ritroviamo all’interno dell’interfaccia.

mocha planar tracking

Utilizzando il menu View o il pulsante Zoom (e trascinando il mouse in alto e in basso) possiamo modificare la vista dell’anteprima della nostra clip. Mentre col pulsante Hand possiamo spostare la posizione relativa della stessa (un po’ come succede all’interno di After Effects)

mocha planar tracking
mocha planar tracking

Supponiamo ora di voler tracciare il movimento del furgoncino.

Ed è a questo punto che dobbiamo iniziare a parlare di come Mocha esegue il tracking.

Ossia parleremo di Planar Tracking (tracking su piano 2D).

Questo metodo cerca di creare dei dati di tracciamento a partire da piani 2D e non dalla posizione di singoli punti. Quindi il segreto sta proprio nell’identificare al meglio questi piani all’interno del soggetto che ci interessa tracciare.

Ma cosa significa “identificare al meglio“?

Semplicemente  occorre che il piano identificato non abbia elementi prospettici e (ad esempio una lampada appoggiata sul tavolo identificato come piano di tracking, etc..) e sia ben delineato e contrastato rispetto al background.

Quindi la prima cosa che dovremo fare è analizzare l’immagine e selezionare correttamente il piano da tracciare.

Una volta identificato dovremo utilizzare uno strumento per disegnarlo.

Su Mocha possiamo utilizzare gli X-Splines o i Bezier Splines.

In questo articolo disegneremo il nostro piano utilizzando lo strumento X-Spline.

mocha planar tracking

Cominciamo a disegnare la nostra area cliccando e trascinando il cursore. Al terzo punto inserito l’area si chiuderà, ma sarà possibile aggiungere a piacimento anche altri punti. Una volta terminato clicchiamo con tasto destro per chiudere la modalità di disegno. Potremo utilizzare le maniglie di colore blu aumentare o diminuire la curvatura sui singoli vertici.

mocha planar tracking

Ora che abbiamo definito l’area, procediamo con il tracciamento.

Nel nostro caso, siccome abbiamo lavorato sull’ultimo frame della clip, dovremo eseguire un tracking all’indietro.

Clicchiamo su Track Backwards.

mocha planar tracking
mocha planar tracking

Al termine delle operazioni potremo valutare la bontà della nostra scelta iniziale osservando se l’area mantiene la sua struttura lungo tutti i frames.

Occorre però fare una precisazione doverosa: quello che a noi interessa non è preservare la forma esatta della nostra area quanto costruire dei dati di tracciamento più corretti possibile.

In quanto saranno questi ultimi che saranno passati ad After Effects.

Ma come visualizzare i dati di tracciamento?

E’ sufficiente cliccare su Show Planar Surface e sulla clip comparirà un quadrilatero che identifica i quattro punti (angoli) che rappresentano i dati tracciati.

mocha planar tracking

I dati significati sono appunto questi, i quattro angoli del quadrilatero contenuto dentro l’X-Spline. E non la forma dell’X-Spline stesso.

Prosegui con Tutorial #3

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: